Mamma Mia …….. che Chef!!!!!


fedeeclaudio.jpg

L’arrivo di Claudio Favale al Ristorante Mamma Mia in via Giovanni Pacini a Roma, nel cuore del quartiere Parioli, a due passi dal centro, dalla splendida Villa Borghese e dal quartiere Coppedè, valorizza ulteriormente questo angolo della città considerato il quartiere “chic” di Roma per eccellenza, con ville elitarie e locali molto raffinati e glamour.

Mamma Mia è una certezza per chi insegue la buona cucina, stile ed eleganza. Il locale è ben suddiviso e si sviluppa su una sala interna caratterizzata dall’arredo semplice, confortevole e rassicurante, una ambiente esterno per le fresche giornate primaverili e una sala all’interno del giardino valorizzata da grandi vetrate che rendono l’ambiente semplice e accattivate.

L’ospitalità è stata calorosa e a darci il benvenuto ha provveduto lo Chef con una piacevole crema di ceci e patate con crumble di pistacchi, .una chicca di gusto e raffinatezza,

Uno sguardo al menù che propone tra gli antipasti: Tempura di zucchine, Mortadella alla brace con riduzione di aceto balsamico, Tartare di Chianina, Tortino di zucchiine con mozzarella di bufala campana su coulis di pomodorini datterini, Mozzarella kataifi su pomodori confit con salsa al basilico, risotto spinaci kataifi, Strudel di verdure, rposciutto di Nebrodi e Pata Negra iberico de bellota. Noi abbiamo deciso di provare uno dei piatto fuori menù: carciofi e anguilla affumicata su burrata.

                                                                                                                                            Occhio ai primi piatti con tante proposte, dai risotti come il classico Risotto alla milanese, Risotto al tartufo nero, Risotto con timo e limone, Risotto alla zucca e rosmarino, ai primi piatti della tradizione: Fettuccine fatte in casa con ragù alla bolognese, Rigatoni alla crbonara con pancetta croccante, Tonnarelli fatti in casa cacio e pepe, Paccheri alla gricia e passare poi ai piatti fantasia: Soqquadri Verrigni con dadolata di zucchine, crema di finocchi e aneto, Ravioli di zucca con pecorino romano, amaretti e grappa, ottimi i Tortelli di pecorino di fossa all’amatriciana e i Tonnarelli fatti in casa con il tartufo.

                                      
piattochef1_1.jpg  piattochef4_1.jpg  piattochef3_1.jpg

                                                          

      Vasta poi la selezioni di carni cotte a legna: Bistecca, Fiorentina, Filetto, Tagliata di manzo Danese e Fiorentina di Chianina, Frisona Rossa Polacca e Kobe originale Giapponese. Interessanti anche i grandi classici: Coda alla vaccinara, Tournedos alla Rossini, Filetto al pepe verde….

 piattochef2.jpg

Da non tralasciare i dolci, dal tiramisù al pistacchio, al montblanc alla crema e  pinoli per passare allo Zabaione espresso al passito, Cheesecake cotta ai frutti di bosco o nutella, Tortino al cioccolato fondente, Semifreddi…

         dolcechef1_1.jpg  dolcechef2.jpg

La carta dei vini si conferma valida e in linea con le proposte gastronomiche.

Il personale di sala: giovane attento e cordiale senza mai essere invadente. Solo piccole défaillances, recuperate con garbata disinvoltura.

Lo Chef Claudio Favale a fine serata si è intrattenuto al nostro tavolo per un brindisi  e con l’occasione ci ha illustrato e presentato il suo nuovo libro “Alta cucina per bambini con Claudio Favale”.

Un libro ricco di spunti e ricette accattivanti che si lasciano comprendere con semplicità e invogliano a mettersi subito ai fornelli. Una grafica che ti rapisce e incuriosisce. Lo Chef non tralascia nulla, ti guida in ogni passaggio, dagli ingredienti che come ci sottolinea personalmente, devono essere di qualità per fare la differenza,  alla creazione e alla presentazione dei sui piatti

Claudio Favale scopriamo che è uno chef che ti sorride con gli occhi,  di poche parole perché quello che deve dire lo esprime con i suoi piatti.


Serena Pandolfini,   Federica Christine Marzoli

 fedeeserena.jpg